Risate e ricordi nel primo spettacolo della Contrada

Sucesso in tutte le serate per lo spettacolo di apertura del Teatro Bobbio.

Se chi ben comincia è a metà dell’opera, quella che ha preso il via alla Contrada sarà una stagione ricca di successi. La scelta della commedia Due paia di calze di seta di Vienna come spettacolo di apertura ha riscosso il successo previsto. Lo spettacolo, in lingua triestina come da tradizione per lo spettacolo d’apertura del Teatro Orazio Bobbio, è stato uno dei maggiori successi del teatro in lingua, nel corso degli ultimi decenni

Le vicende di una famiglia borghese in una Trieste del primo dopoguerra, tra situazioni comiche, divorzi ed incomprensioni, hanno conquistato il pubblico dalla prima all’ultima messa in scena. Una strepitosa Ariella Reggio ha interpretato perfettamente la parte della suocera insopportabile e calcolatrice, strappando risate al pubblico ogni qualvolta compariva sul palco. Il marito, interpretato da Massimiliano Borghesi, è riuscito a riscuotere la simpatia del pubblico e la benevola comprensione di chi arriva al limite della sopportazione.

Vero e proprio “cavallo di battaglia” per la compagnia della Contrada, questo spettacolo ha segnato il primo grande successo della compagnia triestina, inaugurando la stagione dell’allora Teatro Cristallo nel 1986. In seguito le “Calze” sono state riprese per altre edizioni e sono state protagoniste di una trionfale tournèe in Australia nell’estate del 1993. È quindi proseguito anche in quest’occasione il successo dello spettacolo, che ha aperto la stagione della Contrada, ogni giorno, con scrosci di applausi nel teatro.

Commenti Facebook

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa