Roberto Bolle e l’American Ballet assieme a Trieste

Roberto Bolle ritorna a Trieste e in un Politeama Rossetti affollatissimo e in febbrile attesa – dove ha già danzato con enorme successo nel 2006 e nel 2007 – offre il debutto assoluto del suo Roberto Bolle and Friends from the American Ballet Theatre.

L’etoile Roberto Bolle.

Roberto Bolle ed alcune delle stelle più splendenti dell’American Ballet di New York si esibiranno insieme per la prima volta su un palco italiano ed apriranno proprio sotto la cupola stellata del Politeama Rossetti venerdì 19 luglio un tour estivo selezionatissimo che proseguirà alle Terme di Caracalla di Roma, al Carlo Felice di Genova, e al Teatro Greco di Taormina. L’irraggiungibile artista, è riuscito a concepire nel nuovo Roberto Bolle and Friends from the American Ballet Theatre uno spettacolo unico e speciale, un preziosissimo dono per il pubblico degli appassionati. Un “assaggio” della grande danza dell’American Ballet Theatre, la celeberrima Compagnia di balletto americana che da anni non si esibisce nel nostro Paese.

Bolle è il primo ballerino italiano nella storia ad essere Étoile del Teatro alla Scala di Milano dal 2003 e Principal Dancer dell’ABT di New York dal 2007: in questo nuovo spettacolo unisce queste sue due “anime”, al progetto avviato ormai da diversi anni di portare il suo Gala in alcuni dei luoghi più suggestivi della penisola, raccogliendo intorno a sé grandi talenti della danza europea provenienti dai più prestigiosi teatri d’Europa. Spettacoli tutti di straordinario livello e contemporaneamente di irresistibile emozione coronati ora da questo inedito progetto. Per la prima volta quest’anno è riuscito a riunire in un Gala attorno a sé alcuni dei grandi talenti che animano la prestigiosa stagione di balletto al Metropolitan di New York.

Insieme a loro l’étoile scaligera interpreterà una selezione di brani da lui stesso scelti tra estratti di balletti e coreografi molto rappresentativi del repertorio dell’ABT: nel programma, si prevedono coreografie fra le più incantevoli, concepite da maestri come Kenneth MacMillan, George Balanchine, John Neumeier… alcune saranno addirittura in prima italiana. Fra queste, incuriosisce Prototype di Massimiliano Volpini con cui per la prima volta entrerà nei teatri e nel mondo della danza un concept di effetti speciali che permetteranno a Roberto Bolle di danzare con i suoi “avatar”… Duellerà quale Romeo con il proprio “clone” e rivivrà in 3D alcuni personaggi fondamentali della sua carriera. Un colpo di teatro che Roberto Bolle ci riserva per il gran finale del Gala.

 

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.