Ruggero de I Timidi al Deposito di Pordenone

Sarà Ruggero dei Timidi a calcare il palco del Deposito di Pordenone sabato 26 marzo. Crooner strambo, parodia del cantante beat, un incrocio improbabile tra Elio (quello delle storie tese) e Mal dei Primitives, un mix surreale tra gli Smiths e gli Squallor, tra Christian, i Santo California, i Dik Dik, Le Orme e Raffaella Carrà, Ruggero de I Timidi è il figlio illegittimo di una relazione tra un’orchestra di fine anni ‘50 ed il grande Freak Antoni: insomma, un neomelodico colto (in fallo), con la vocazione al demenziale raffinato. Cantante dalle sonorità senza tempo, ma dalle tematiche molto attuali, è stato partorito nel febbraio 2013 dalla mente di Andrea Sambucco, udinese trapiantato a Milano, che gli scrive le prime canzoni e lo indirizza sul palco. Ben presto però Ruggero prende il sopravvento sul suo autore e comincia a vivere di vita propria, come un vero personaggio pirandelliano. Ruggero abbatte così il muro della timidezza e dei tabù, con canzoni che vanno dritte al sodo e che sono diventate dei veri e propri inni, sia dal vivo che con migliaia di visualizzazioni su YouTube (oltre sei milioni sul suo canale). A Pordenone porterà il suo nuovo album Frutto Proibito, uscito a febbraio, che lo sta portando in tour per l’Italia.

Commenti Facebook
By | 2016-03-22T08:28:30+00:00 23/03/2016|Categories: Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Come molti laureati in filosofia, leggo, scrivo e cerco la mia strada. Non dovessi trovarla, mi darò alla macchia.