Serracchani svela gli assessori: Peroni alle finanze, Santoro all’Università

Sono finalmente ufficiali i nomi degli otto assessori che comporranno la giunta regionale, nominati dalla neo eletta Presidente Debora Serracchiani, ex Europarlamentare rappresentante della coalizione di Centro Sinistra. Massima equità nella nuova giunta, composta da quattro uomini e quattro donne, con due assessori provenienti da ogni provincia e diversi ruoli affidati a tecnici.

Al rettore Peroni nessun incarico collegato ai giovani o all’istruzione. Si occuperà di economia.

Vari i nomi previsti durante le attese che sono stati confermati, a partire da Sergio Bolzonello del Pd, che ha ottenuto la nomina di vicepresidente, oltre a quella di assessore alle Attività produttive e agricoltura. Altro esponente del Pd anche a controllare la funzione pubblica, autonomie locali e protezione civile, dove troviamo Paolo Panontin. Grande attesa sulla nomina di Francesco Peroni, rettore dell’Università di Trieste, che grazie alla sua esperienza come giurista e consigliere superiore della Banca d’Italia ha ottenuto la nomina come assessore al bilancio, alle finanze ed al patrimonio. Alla sanità invece una figura che arriva da Udine, ossia Maria Sandra Telesca, mentre ad un altro triestino è andato l’incarico riguardante la cultura, lo sport e l’associazionismo, ossia al componente del Pd Gianni Torrenti. Saranno due donne ad occuparsi anche di lavoro e formazione e della complessa questione ambientale ed ecologica, rispettivamente la candidata di Sel Loredana Panariti e quella del Pd Sara Vito.

Tra i nomi più attesi quello dell’assessore alla pianificazione territoriale ai lavori pubblici e all’Università, ruolo che alla fine è stato affidato ad una figura al di fuori della politica: Maria Grazia Santoro, che ha già rivestito il ruolo di Assessore alla Pianificazione territoriale nella giunta comunale di Udine. La Presidente ha deciso di tenere per sé le deleghe delle Relazioni internazionali, Infrastrutture, mobilità e trasporti, e quello delle Politiche della montagna. «Una squadra che mette insieme» dice la Serracchiani «competenze, rappresentanza territoriale e rappresentanza di genere». La prima riunione? Lunedì 6 maggio.

Commenti Facebook
By | 2017-03-12T23:09:44+00:00 03/05/2013|Categories: Politica, Politica locale|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa