Spotify arriva in Italia ed è già mania

Il logo di Spotify

Un bello smacco alla pirateria musicale arriva anche in Italia grazie a Spotify. Si tratta infatti di un programma che permette di ascoltare musica in maniera legale e gratuita in streaming tramite cellulari, tablet, computer e lettori mp3.
I brani disponibili all’interno del database di Spotify sono circa venti milioni, sia di etichette famose, sia di case discografiche indipendenti, e sono già a disposizione di venticinque milioni di utenti. A coloro che decideranno di usufruire del servizio sarà permesso condividere i brani ascoltati, di seguire amici e i loro artisti preferiti, scoprendo cosa ascoltano a loro volta. Inoltre è anche disponibile Spotify Radio, con cui si possono saltare le tracce indesiderate e creare le proprie playlist personali con la funzione Artist Radio.

Spotify offre diversi sistemi di ascolto. Esiste infatti Spotify Free, che permette di accedere gratuitamente ad una ricca fonte di canzoni. Questo tipo di “abbonamento” prevede un periodo di prova full time di sei mesi dopo essersi registrati con l’account Facebook, a seguire, si potrà ascoltare musica per un massimo di dieci ore al mese. Interruzioni pubblicitarie tra un brano e l’altro, e l’impossibilità di usufruire di Spotify tramite cellulare, sono i limiti dell’offerta. Abbonamenti veri e propri sono invece Spotify Unlimited, che rimuove la pubblicità e le restrizioni di tempo, e Spotify Premium, che aggiunge ulteriori funzionial servizio, come come lo streaming con un numero maggiore di bit, l’accesso offline alla musica e le applicazioni mobili.

Commenti Facebook
By | 2013-02-21T13:19:26+00:00 21/02/2013|Categories: Musica|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.