Standing ovation per Notre Dame de Paris

Un cast eccezionale porta Notre Dame de Paris al Politeama Rossetti dal 6 al 10 aprile. Lola Ponce, Giò di Tonno, Vittorio Matteucci, Leonardo Di Minno, Matteo Setti, Graziano Galatone e Tania Tuiccinardi di nuovo insieme, come 14 anni fa, per dare vita al musical tratto dall’opera di Victor Hugo.

Notre Dame è stato il primo spettacolo, tra quelli che ho avuto l’occasione di vedere, in cui il pubblico applaudiva fin da prima dell’inizio dello spettacolo. L’attesa era palpabile e l’emozione tangibile. A partire dal “Merda, merda, merda!” che si è sentito in platea, lo spettacolo è stato tanto coinvolgente da portare alla standing ovation finale. E’ stato un rapporto totalmente reciproco: la bravura degli attori ha conquistato ogni singolo spettatore riuscendo totalmente nell’intento dell’arte teatrale, e il pubblico in compenso ha elargito apprezzamenti durante tutto lo spettacolo con applausi tanto forti da far male alle mani, finendo in ultimo per cantare insieme agli artisti: un’esperienza unica nel suo genere.

Perché è uno spettacolo da sold out? Semplicemente ha tutto: grandi artisti, temi sempre attuali e un successo mondiale. Un po’ di numeri non guastano mai: ha 18 anni di longevità, 4046 sono le volte in cui è stato rappresentato (in Italia 915) in 7 lingue diverse e solo nell’ultimo tour nazionale ha venduto 230000 biglietti. I sette attori dello spettacolo, dotati di voci di una bellezza tale da ammaliare e stordire come il canto di una sirena, rendono gloria alle musiche di Riccardo Cocciante ed alle liriche di Luc Plamondon mantenendo intatta la potenza vocale per tutte le due ore e mezza di spettacolo. Altri trenta artisti, tra ballerini, acrobati e breaker, rendono questa rappresentazione completa sotto tutti i punti di vista celebrando le potenzialità artistiche dell’essere umano.

Non sono riuscita a trovare una sola pecca in questo spettacolo sicuramente non semplice. Non vi resta che prendere un biglietto, sedervi comodi e lasciarvi affascinare nel “tempo delle cattedrali”.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:39:22+00:00 07/04/2016|Categories: Cultura e spettacoli, Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author: