State of the Net: la rete, sintesi della complessità

Beniamino Pagliaro, ha fondato State of the Net insieme a Paolo Valdemarin e Sergio Maistrello

Due giorni di incontri e conversazioni sullo stato della rete in Italia, attraverso l’analisi delle influenze di internet sulla società e l’esplorazione dei cambiamenti nella cultura, nell’economia e nella politica. È questo State of the Net 2013, in programma il 31 maggio e 1° giugno al Molo IV, una due giorni che sarà tutt’altro che unidirezionale. L’evento può essere definito infatti un insieme di conversazioni tra i più originali e autorevoli interpreti italiani e internazionali della cultura digitale, che siederanno sul divano di State of the Net, e la platea, che avrà la possibilità di interagire con i relatori dell’evento.

Tema dell’edizione 2013 è la complessità: come la rete ci aiuta a rappresentare e a fare nuove sintesi della complessità della vita quotidiana, come spesso le aziende si servano delle tecnologie della disintermediazione come nuova sovrastruttura che complica ulteriormente invece di semplificare, come in un’epoca di decisioni veloci e con impatto immediato abbiamo la necessità e la possibilità di fare pensieri lunghi sull’evoluzione della nostra società. Si parlerà poi dei numeri della Rete e dei social network, di sport e comunicazione, di Internet e food e dei consumi culturali in Rete.

“Grazie a State of the Net – ha affermato il Sindaco Cosolini – Trieste ha la possibilità di diventare per due giorni capitale di una realtà intellettuale in evoluzione”. Secondo il primo cittadino questo è un evento che aiuta in modo eccezionale la diffusione della cultura dell’innovazione.

Partner ufficiale della conferenza è Telecom Italia, che oltre alla partecipazione all’evento con gli incontri di cui sarà protagonista, trasmetterà in streaming, alla pagina state-of-the-net2013.html, la diretta dell’evento. «Le nuove tecnologie rappresentano un modello di connessione tra le persone – ha commentato Giovanni Iodice, manager di Telecom Italia – questa connessione è fondamentale per la realizzazione di nuove idee che possono dare una nuova speranza di sviluppo a questo paese”. “Il web – ha aggiunto infatti Iodice – abilita nuove forme per lo sviluppo di prodotti. Questo anche nel campo della cultura, propulsore eccezionale per il paese”.

[podcast]http://www.radioincorso.it/wp-content/uploads/2013/05/int_smarrella_begnamino_pagliaro1.mp3[/podcast]

Clicca qui per visionare l’intero programma dell’evento.

Commenti Facebook

About the Author: