#StayTunes – Sotto i cieli dell’altro Vasco

Avevamo lasciato Vasco Brondi nel 2011 con l’ultimo album “C’eravamo Abbastanza Amati” e da lì in poi è stato un’esclation di successi e concerti consumati tutto d’un fiato, che hanno impegnato tantissimo il cantautore ferrarese e la sua band in giro per l’Italia. Per chi non lo conoscesse, Le Luci Della Centrale Elettrica è il gruppo italiano più rappresentativo di questa generazione che ha subìto il passo del cambiamento: dall’introduzione dei social-network alla precarietà giovanile.

La copertina dell’album Costellazioni

Il nuovo disco s’intitola “Costellazioni”, inciso nell’estate del 2013, ed è un collage di esperienze maturate in questi ultimi due anni, durante le quali Vasco è tornato nella sua casa a Ferrara, in patria, e, con serenità, ha cominciato ad alzare gli occhi “al cielo” elaborando e tessendo quindici tracce sopra i beat e gli arrangiamenti. Proprio così, la novità sta nella costruzione delle canzoni, non più sulla chitarre ma sopra i beat elettronici che saturano le atmosfere armoniche, senza essere invadenti.

La produzione artistica del progetto è a cura di Federico Dragona e dello stesso Vasco, mentre gli arrangiamenti sono Enrico Gabrielli. Ad accompagnare il progetto c’è anche Gianluigi Toccafondo che ha disegnato l’immagine di copertina e tutto l’artwork dell’album. È un disco di rottura perché ponderato, costruito con la giusta calma e meditazione, un disco imponente e “pesante” perché vissuto intensamente in prima persona da Vasco. Chi lo conosce rimarrà certamente soddisfatto del risultato.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:22:49+00:00 18/03/2014|Categories: Cultura e spettacoli, Magazine, Musica|Tags: , , |0 Comments

About the Author: