Stefania Rocca ricorda con rabbia al Rossetti

«Per ora la risposta è ancora la rabbia» così chiude le sue note di regia Luciano Melchionna che firma l’allestimento di Ricorda con Rabbia di John Osborne in scena al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia da venerdì 1 a domenica 3 febbraio, con Stefania Rocca e Daniele Russo.

Rappresentato per la prima volta nel 1956 la pièce vibra oggi di potente attualità. Esprime infatti lo stato d’animo della giovane generazione inglese coeva, nei confronti della società: profonda inquietudine, frustrazione, senso d’impotenza. Dei protagonisti si conoscono la vita privata, i drammi quotidiani, la sensazione di solitudine, l’incapacità di comunicazione matura: ma attraverso questo quadro domestico e intimo fanno sentire un disagio esistenziale e sociale pieno e complesso. Un disagio che però non provoca in loro alcuna reazione positiva, piuttosto un ripiegamento su sé stessi, ulteriore insoddisfazione e soprattutto rabbia.

Ed oggi sembra di scorgere la stessa rabbia, vana, repressa, in una quotidianità popolata da profili sempre più sconfortati e demotivati, pronti poi magari ad “esplodere” a sorpresa in furia omicida.

Stefania Rocca e Daniele Russo in “Ricordi con rabbia”.

John Osborne fu il primo a intuire questo malessere e a tratteggiarlo nel personaggio di Jimmy, l’“uomo contro”, come viene definito dal regista. Jimmy è talmente arrabbiato da non distinguere più i confini di questo sentimento, né sa individuare correttamente contro chi indirizzarlo: è contro tutto, le campane della chiesa, contro sua moglie, addirittura contro la pioggia. Questo testo è l’apologo della rabbia irruenta, disperata, generalizzata, rabbia – proprio come quella attuale – verso una realtà esecrabile, che va rifondata fin dalle radici.

Se questa è la vis che spinge l’autore alla scrittura, anche lo stile ne risente: pungente, spezzato, irto di tirate astiose, di parole forti sparate come pugni violenti, di sdegno. Un vortice di energia irreprimibile che però – rivela lo spettacolo – alla fine, dolorosamente, si attorciglia su sé stessa.

Personaggi pieni di rabbia e di amore soffocato, isterici, teneri, inermi, duri… Sono sfaccettati e bellissimi Jimmy ed Alison, i protagonisti di Ricorda con Rabbia e a chi li interpreta chiedono impeto e distacco, leggerezza e dramma, tratti infantili e profondità interiore. Una prova di forza espressiva per Daniele Russo (già apprezzato lo scorso anno ne La ciociara accanto a Donatella Finocchiaro) e per Stefania Rocca. Un’attrice di pregio, amata e apprezzata per le sue interpretazioni cinematografiche e televisive (ricordiamo almeno il pluripremiato La bestia nel cuore, di Cristina Comencini e la popolare serie Rai Tutti pazzi per amore) ma innamorata del teatro, dove di certo emozionerà.

Ricorda con Rabbia va in scena per il cartellone Prosa dello Stabile regionale da venerdì 1 a domenica 3 febbraio: due recite sono serali (20.30) mentre quella di domenica è pomeridiana con inizio alle 16.

Commenti Facebook
By | 2013-01-31T10:03:28+00:00 31/01/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Teatro|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.