Steven Tyler entusiasma Piazza Unità

Martedì 18 luglio, Steven Tyler ha incantato e infiammato Piazza Unità con la sua energia e il suo entusiasmo. Le aspettative erano alte per questo concerto e Tyler, insieme alla Loving Mary Band, non le ha disattese.

Ad aprire il concerto è stato il duo The Sisterhood band, formato da Ruby Stewart, figlia di Rod Stewart, e Alyssa Bonagura; con il loro ritmo country fresco e pulito hanno deliziato l’attesa dei 4.000 fan presenti in Piazza Unità. La loro permanenza sul palco però è stata davvero limitata, qualche pezzo in più sarebbe stato gradito…
Dopo la loro performance, sempre con i loro sorrisi e con i loro cappelli da cowgirl, hanno firmato autografi e promosso il loro disco, chiacchierando e concedendo foto ai fan accorsi al banchetto del merchandising.

L’attesa per la rockstar protagonista della serata, invece, è stata lunga. Infatti, Tyler è salito sul palco solo dopo le 22.00, con una serie di filmati tratti da “Out on a Limb” a fargli da introduzione. Il frontman degli Aerosmith è apparso in ottima forma e pieno di energia, con la sua solita voglia di scherzare, azzardando addirittura qualche parola in triestino e lamentandosi della scarsa presenza di donne nelle prime file.

Come già annunciato, la set-list del concerto ha spaziato dai grandi classici del rock inglese e americano, alle maggiori hit degli Aerosmith per passare alle canzoni del suo album da solista “We’re all somebody from somewhere“.

Le prime canzoni in scaletta sono state “Sweet Emotion” e “Cryin’” e l’entusiasmo di Steven è stato talmente coinvolgente che il pubblico ha subito cominciato ad alzarsi in piedi e ad avvicinarsi al palco, a dispetto della disposizione con posti a sedere.
A seguire, due cover dei The Beatles, “I’m Down / Oh! Darling” e “Come Together“, e una cover dei Fleetwood Mac, “Rattlesnake Shake“, hanno fatto scatenare tutto il pubblico.
Con “Jaded” tutti i fan hanno cominciato a fare da coro a Tyler, avvicinandosi sempre di più alle prime file e “sfidando” la security che separava i tre settori.

Tyler è poi passato alle canzoni del suo solo album, cominciando con “Love is your name“, con il taglio più country che caratterizza tutto il suo nuovo lavoro, intervallandole sempre con diverse cover; è stata la volta, infatti, di “Mercedes Benz“, la bellissima “Piece of my hearth” e “Livin’ on the edge“, sulle cui note l’intero pubblico ha cantato.

C’è stata, inoltre, la rivelazione da parte di Tyler che si trattava anche del compleanno della sua fidanzata Aimee Ann Preston, che ha fatto salire sul palco e per la quale hanno cantato in coro “Happy Birthday” e ha fatto portare una torta con tanto di candelina.

Tornando alla scaletta, si sono susseguite due canzoni del suo album da solista, la title track “We’re all somebody from somewhere” e “My own worst enemy“, che non hanno suscitato lo stesso entusiasmo delle precedenti cover, forse perché meno conosciute dal pubblico italiano.
Con “Dream on“, invece, i fan si sono nuovamente scatenati sulle note del successo degli Aerosmith.
La successiva presentazione della band è stata seguita da una cover di Tiny Bradshaw, “Train Kept A-Rollin’“, che ha segnato la prima uscita di Tyler & Co.

L’encore invece è stato caratterizzato da una performance alle percussioni di Tyler accompagnato poi dalla batterista Sarah Tomek, seguita dalle due famosissime canzoni degli Aerosmith, “Walk this way” e “Whole lotta love“. Un gran finale, con il pubblico in visibilio.

In conclusione, Tyler non ha disatteso le altissime aspettative dei fan: la sua energia e il suo entusiasmo hanno invaso tutta Piazza Unità d’Italia, possiamo dire che i suoi 70 anni se li porta bene. Le sonorità si discostano da quelle a cui ci aveva abituati con gli Aerosmith, ma Steven si riconferma un’icona del rock.
Forse l’unico appunto è che la scaletta era un po’ corta…

Commenti Facebook
By | 2018-07-26T16:43:33+00:00 19/07/2018|Categories: Focus on (Magazine), Magazine, Musica|Tags: , , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su Steven Tyler entusiasma Piazza Unità

About the Author: