TACT – dal 21 al 29 Maggio Trieste è Teatro

Un festival dei giovani ma aperto a tutti, il TACT 2016 si sviluppa e si amplia nella sua terza edizione per portare il teatro a tutta la città. Workshop, letture, degustazioni enogastronomiche, spettacoli – ovviamente – e a pranzo tutti insieme alle compagnie. QUI trovate il programma completo.

Il festival si svolgerà principalmente presso il Teatro Stabile Sloveno di Trieste, il Polo di Aggregazione Giovanile E. Toti, la Chiesa Evangelica Metodista e nella serata conclusiva presso il Teatrino “Franco e Franca Basaglia”, spazi che ogni mattina dalle 10 alle 13 ospiteranno il TACT&CHILD con spettacoli indirizzati ai bambini di scuola elementare e il TACT&WORKSHOP, tenuto da registi e artisti internazionali ed aperto a tutti.
Alle 13 pranzo comune presso il Polo di Aggregazione Giovanile E. Toti nel quale in seguito durante il TACT&CATCH-UP si potrà dialogare in un tavolo aperto con le compagnie in scena la sera precedente sugli spettacoli ed altre curiosità.
Ogni sera invece la rassegna del Festival, inaugurata dalla rappresentazione per le compagnie dello spettacolo vincitore della rassegna regionale UniTeatro “Canterville” di Teknicolor, propone due spettacoli teatrali – uno alle 18.30 ed uno alle 21.00 – intermezzati dalle esibizioni musicali del TACT&CONCERT e da spettacoli di danze folcloristiche.

In contemporanea alla rassegna teatrale vera e propria si svolgeranno inoltre una serie di eventi correlati:
il TACT&SENES con due appuntamenti di letture presso la Residenza Polifunzionale Ad Maiores e la RSA Mademar
il TACT&ANFASS con lo spettacolo “Il Circo delle Rondini” domenica 22 maggio al Toti
il TACT&ART con le mostre Theatre Of Frames al Teatro Stabile Sloveno, Metamorfosi e Metamorfosis – Collettiva d’arte presso la Kleine Berlin
il TACT&WINE, collaborazione fra il TACT e il Caffè S.Marco che propongono due tour enogastronomici nei due sabati del Festival
e per gli artisti delle 11 compagnie partecipanti il TACT&CITY, un tour dei luoghi più rappresentativi e affascinanti della città.

Un programma variegato in ogni senso. Le compagnie sono estremamente differenziate, calcheranno il palcoscenico attori professionisti, amatori, studenti di accademie nazionali e internazionali ed artisti emergenti. Ogni spettacolo teatrale verrà rappresentato in madrelingua con sopratitolaggio in italiano e in inglese, e della rassegna faranno parte spettacoli di ogni genere dai clown dei ragazzi del CUT alle contaminazioni del teatro-danza della compagnia Lydia Lithos Dancetheater, dalla rappresentazione di testi classici in stile contemporaneo alla presentazione di testi originali.

Il TACT si autodefinisce un “festival del baratto”, un momento di incontro, condivisione e scambio artistico e umano, che in un clima internazionale teso e difficile apre le porte di Trieste a un’ondata di multietnicità, multiculturalità e multilinguismo.
Ogni compagnia porterà il proprio bagaglio di esperienza da condividere e scambiare con le altre compagnie, ma anche con chiunque vorrà partecipare ai workshop, ai pranzi comuni, alle tavole rotonde, ma anche semplicemente ai festeggiamenti con il TACT&PARTY, la serata di chiusura del Festival il 28 maggio al Naima.

“Tact è un altro minuto di teatro
ancora un’ora
e un altro giorno
un’altra settimana
un mese
e poi un anno
per poi ricominciare tutto daccapo.”

Commenti Facebook

About the Author: