Taglia Corti 2016: le prime novità

È di nuovo tempo di Taglia Corti, il concorso di cortometraggi e videoclip musicali organizzato da RadioInCorso e dedicato ai registi emergenti con meno di 35 anni d’età. La serata finale, che vedrà le opere finaliste sfidarsi per dei premi in denaro, si terrà il 7 aprile al Teatro Miela di Trieste.

Taglia Corti non è un festival cinematografico come ce ne sono molti a Trieste, ma da sempre si vuole porre come un contenitore flessibile dove raccontare la creatività giovanile in tutte le sue forme. I cortometraggi e i videoclip musicali sono solo uno dei tanti linguaggi, attraverso i quali il concorso vuole raccontare come i giovani artisti esprimono oggi le proprie idee. I concorrenti di Taglia Corti, che provengono davvero da tutto il mondo, non hanno la presunzione di definirsi registi, ma sono aspiranti video maker che si approcciano al mondo del cinema, ma anche a quello della pubblicità e del web. Il cortometraggio oggi è una forma di espressione molto versatile ed è una sorta di biglietto da visita per un giovane regista. La settima edizione ha confermato questa tendenza e tra le oltre 450 opere ricevute, provenienti dall’Italia e dal resto del mondo, le scelte del comitato di selezione sono ricadute su lavori che lanciano messaggi immediati, come richiesto dal linguaggio del web, oppure mediati da una sceneggiatura più articolata, come accade invece per il cinema.

Phantasms

Sono state scelte opere provenienti da Francia, Spagna, Germania, Olanda, Italia, ma anche da Polonia, Serbia e Turchia. Due le sezioni in concorso quest’anno: Cortometraggi, Con un premio di 600 Euro, offerto dalla distilleria Bonaventura Maschio e Videoclip musicali, con un premio di 450 euro. I generi dei corti proposti sono moltissimi e si va dalla commedia ai corti drammatici, passando per lavori più sperimentali o dalle visioni originali. L’attenzione è stata soprattutto rivolta a tematiche legate all’immigrazione e al modo in cui tecnologia e social network ci condizionano l’esistenza. Grande spazio all’amore, raccontato in modi molto diversi tra loro, e alla quotidianità. Per quanto riguarda i videoclip musicali, invece, c’è sempre più la tendenza a rappresentare la canzone raccontando visivamente una storia. La grande novità di quest’anno è la neonata sezione dedicata ai Documentari, che permette un racconto più approfondito di un tema o di una realtà sociale.

Tutte le informazioni sono consultabili sul sito di Tagliacorti.it.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:39:34+00:00 08/03/2016|Categories: Cultura e spettacoli, Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.