Tallin,la Silicon Valley d’Europa

Il logo di Sheep Up

Esiste un paese in cui, d’inverno, il cielo è uniformemente e continuamente grigio. Vicino al 60 parallelo nord, Tallin è la Silicon Valley d’Europa, l’El Dorado di tanti ideatori di videogiochi immersa in un paesaggio uscito da un quadro medievale; qui, nella capitale estone, si consuma giornalmente il sogno delle idee, messe in atto da esperti informatici provenienti dal mondo intero. Ma come fa allora un paese così climaticamente inospitale a diventare capitale europea per lo sviluppo dei videogames ed applicativi per internet?  Da una parte il presidente estone Toomas Hendrik IIves che dice, “Questo piccolo e povero paese può diventare un leader mondiale sui temi della cybersicurezza e della e-governance”; dall’altra, il connazionale Roberto Mangiafico, fondatore della Bad Seed Entertainment, piccola software house con sede proprio a Tallin, che dice: “Qui si sono svegliati in fretta, hanno ricominciato da zero fondando il presente sul futuro e investendo moltissimo nel digitale”.

Il team del Bad Seed Entertainment

Con un solo gioco all’attivo, Sheep Up!, la Bad Seed si è messa in luce richiamando l’attenzione di investitori estoni e aprendo la via a molti connazionali pronti a far armi e bagagli. Qui, d’altronde, è nato quel semidio delle applicazioni gratuite che è Skype. Nel Luglio 2012, con Clara Parona e Jacopo Russo, cofondatori della Bad Seed, spulciando tra le moltissime competizioni per start up, Jacopo inciampa nel sito di GameFounders. L’idea di Sheep Up presto supera con successo tutti gli step giungendo infine ad ottenere il finanziamento ed il lancio sul mercato. Nei mesi successivi alla conclusione della Start Up, i Bad Seed giungono alla consacrazione e, infatti, vengono selezionati come finalisti alla Global Mobile Internet Conference, vincono il Wind Business Factor (Il campionato italiano di Start Up). A Tallin esistono le condizioni per le quali le idee possono diventare realmente progetti, grazie al sostegno di uno stato capace e di una società votata al cambiamento, inteso come capacità di rinnovarsi nel complesso panorama della società post-industriale. Con Bad Seed Entertainment gli italiani scoprono un nuovo porto sicuro dove crescere la creatività ed il genio, lontano dai rigidi ingranaggi italiani, dove olio di gomito e fede nella causa sembrano non bastare più.

Commenti Facebook

About the Author: