Test d’ammissione anticipati, passo indietro del Ministro Carrozza

I test di ammissione rinviati a settembre.

La stoccata, lanciata dal web, è andata a segno e ha fatto indietreggiare il governo Letta. Sono state le decine di proteste provenienti dal mondo della scuola, dai Presidi e dagli studenti, a far tornare il Ministro Carrozza sui passi del predecessore Profumo e rivedere la scelta di anticipare gli esami di ammissione alle facoltà nazionali a numero programmato;  dopo le recenti tensioni che hanno visto preso di mira il dicastero di viale trastevere, è delle ultime ore la notizia che mercoledì prossimo sarò varato un decreto dal Ministero dell’Istruzione che riguarda lo slittamento dei test a settembre.

Ad aver fatto saltare il decreto del 24 aprile scorso sono state anche le aspre polemiche sorte sul “bonus maturità”, strumento incompreso ed a giudizio dei molti iniquo, così come il netto calo di preiscrizioni che in alcuni atenei ha toccato punte del 70% rispetto all’anno passato. “Stiamo cercando di cambiare il meccanismo di articolazione in modo tale da proseguire in un percorso che si avvicini verso una maggiore equità, ciò in rispondenza dell’esito della maturità e del valore delle singole commissioni e quindi non rapportato a tutto il territorio nazionale” ha annunciato il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza confermando che le novità saranno contenute nel decreto di Mercoledì prossimo. Il ministro ha poi motivato la scelta di mantenere il bonus, del valore massimo di 10 punti e legato al voto di maturità, sostenendo la sua preesistenza nella vigente legge    (Vedi l’indimenticato Fioroni).

I nuovi bandi degli atenei saranno on line dal 25 giugno e dallo stesso giorno saranno possibili le iscrizioni al portale Universitaly grazie alla loro riapertura;  più in particolare, le date per gli esami di ammissioni saranno il 3 settembre per i Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico, il 4 settembre per i Corsi di Laurea delle professioni sanitarie, il 9 settembre per i corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia come quelli per Odontoiatria. Infine è fissato per il 10 settembre l’esame che vedrà impegnati i diplomati che cercheranno di accedere al corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria. Che sia l’ultima puntata di questa estate all’insegna dell’imprevidibilità, non c’è dato sapere, ma se il buon giorno si vede dal mattino, l’epopea dei maturandi 2013 sembra esser ancor lontana da un epilogo rasserenante.  Restano i cori di apprezzamento delle varie associazioni studentesche, che ora reclamano più disponibilità al confronto per non ripetere pratiche e leggi impositive sgradite a chi il mondo della scuola lo vive quotidianamente.

Commenti Facebook

About the Author: