Torna il CXG: IX edizione per il concerto-evento!

L’appuntamento con la IX edizione del CXG – Concerto per Gabriele, è previsto per sabato 4 marzo a partire dalle ore 16.00 al Teatro Miela Bonawentura di Trieste.
Il concerto-evento è ormai da anni il fulcro delle attività dell’ Associazione Musicale Jambo Gabri che, attraverso la manifestazione, permette ai musicisti locali/nazionali e internazionali di avere un proprio spazio e un modo di esprimersi, in ricordo di Gabriele. La struttura ben consolidata dell’evento anche quest’anno prevede al pomeriggio i concerti delle band e degli artisti emergenti, e la sera i gruppi più affermati nel panorama musicale locale e nazionale. A partire dalle 16.00, suoneranno nel seguente ordine: NYBK, Not My Bass, Raving Garden, Fotogenici, Zack, ERA 2000 e per finire Azoto Liquido.

Nella pausa tra il primo e il secondo atto, verrà dato spazio all’Associazione di animazione scientifica Science Industries: l’intervento, dal titolo “Sounds Right? Sounds Good!” tratterà infatti della musica da un punto di vista scientifico e non convenzionale, perfettamente a tema con la giornata.

A partire dalle 21.00, ad aprire i concerti serali caleranno le luci e l’atmosfera si riempirà di un rock “bencazzado” insieme ai BenCazzadaDiscoParty2. A maggio la band ha realizzato il suo primo album, completamente autoprodotto, intitolato “Not Good For Education”: il disco raccoglie undici brani, farciti con schitarrate adrenaliniche e testi dissacranti. A seguire, suoneranno sul palco del Teatro Miela i DISTRICT , band italiana nata nel 2014 che mescola diverse influenze Black partendo dal Neo Soul e arrivando al Reggae e Hip Hop.

District

District

Nel 2016 hanno portato la loro musica in tour nel nord-est Italia, toccando diversi palchi, tra i quali Sofar a Trieste, Astro Club a Fontanafredda, Visionario a Udine e September Fest a Pasiano di Pordenone. Per concludere la manifestazione, salirà sul palco il Collettivo Orkestrada Circus, un folto gruppo di maestranze musicali, formatisi per le vie di Padova ma comprendenti musicisti e altri performer nazionali e internazionali. Il collettivo, che non vuole definirsi “gruppo” o “band”, produce sonorità che mescolano insieme diversi generi come il Folk, il Pop, il Balkan. La formazione è instabile (i membri vanno da 5 a 16 persone) ed è basata sull’amicizia, la voglia di fare musica e divertirsi. L’ingresso all’intera manifestazione è libero.

Commenti Facebook

About the Author: