Torneo Città di Trieste: l’Italia passa, ma che fatica!

Primo appuntamento per il torneo “Città di Trieste”, con le nazionali di Italia, Georgia e Russia, nonché la compagine di college basketball di Michigan State ad affrontarsi sul parquet del PalaRubin, in questo appuntamento di avvicinamento all’europeo prossimo venturo in Francia, Germania, Croazia e Lettonia.
Di fronte a un palazzetto ancora in via di riempimento, il primo match è quello tra i russi e gli americani: il 93 a 75 finale in favore degli ex-sovietici racconta una storia solo a metà. Gli americani, infatti, reggono botta fino almeno a metà partita, prima di cedere di fronte alla superiorità tattica degli avversari. Sugli scudi Kurbanov e Monia da una parte, dall’altra non basta un monumentale Denzel Valentine.

È quindi la volta della partita clou della sera, con i padroni di casa ad affrontare l’ostica Georgia e chi si aspettava una ripetizione del +20 rifilato ai caucasici nell’ultimo precedente rimane ben presto sorpreso: l’Italia stenta fin da subito a imporre il proprio gioco e Pachulia e soci rimangono a contatto.

I primi due quarti mostrano in maniera prepotente due cose: in attacco, l’Italia stenta a far girare il pallone e si si affida troppo all’uno contro uno estemporaneo; in difesa, le dormite generali sono all’ordine del giorno (citofonare Sanikidze, che schiaccia indisturbato su alley-oop, per conferma). Gentile tiene in piedi la baracca con una debordante prestazione offensiva, ma dall’altra parte Pachulia e Markoishvili non mollano un centimetro e così si va all’intervallo sul 48 a 45. Nella ripresa si scatena il georgiano-ma-non-troppo Pullen, che inizia a insaccare da tre con spaventosa continuità e fa soffiare il vento verso la poppa georgiana, ma dall’altra parte al duo HackettGentile si aggiunge Danilo Gallinari. Il numero 8 segna un paio di canestri tanto difficili quanto fondamentali nel finale, regalando un finale al cardiopalma a Trieste: Della Valle finta da tre e segna da due. Sul -1 Georgia e con un tiro da due sbagliato, Pachulia conquista il rimbalzo, ma per due volte non riesce a trovare la via del canestro sul suono della sirena. La partita è dell’Italia.

RUSSIA-MICHIGAN STATE SPARTANS 93-75 (32-13, 50-40, 73-53)

RUSSIA: Zubkov A. n.e., Baburin E., Pateev R. 9, Fridzon V. 14, Vyaltsev E., Antonov S. 8, Monia S. 8, Khvostov D. 5, Ponkrashov A. 2, Vorontsevich A. 14, Tokarev S., Desyatnikov A. 13, Kurbanov N. 16, Podkolzin P. 4 All. Pashutin E.

MICHIGAN STATE: Ahrens K., Bess J. 4, Ellis III A. n.e., Forbes B. 8, Costello M. 6, Nairn L. 5, George C. n.e., Clark Jr M. 3, McQuaid M. 7, Davis D. 2, Goins K. 2, Van Dyk M., Schilling G. 17, Wollenman C., Valentine D. 21 All. Izzo T.

ITALIA-GEORGIA 91-90 (24-19, 48-45, 71-70)

ITALIA: Della Valle A. 5, Belinelli M. 14, Aradori P. 4, Gentile A. 22, Poeta G. n.e., Gallinari D. 14, Bargnani A. 4, Cusin M. 2, Cervi R. 2, Melli N. 2, Cinciarini A. 4, Hackett D. 18, Pascolo D. n.e., Polonara A. All. Pianigiani S.

GEORGIA: Pullen J. 21, Metreveli N. n.e., Pkhakadze O. n.e., Pachulia Z. 13, Tsintsadze G. 9, Shermadini G. 1, Sanadze D. n.e., Markoishvili M. 19, Patsatsia L., Sanikidze V. 13, Burjanadze B. 5, Shengelia T. 9 All. Kokoskov I.

Commenti Facebook
By | 2015-08-29T11:46:04+00:00 29/08/2015|Categories: Magazine, Sport|Tags: , , , , , |Commenti disabilitati su Torneo Città di Trieste: l’Italia passa, ma che fatica!

About the Author:

Joel Cociani
Nato a Trieste nell'88, sono italiano e francese. Studio per diventare un interprete, ma il mondo del giornalismo mi ha sempre affascinato, se non altro perché è una scusa per poter fare il rompiscatole senza dovermi giustificare.