Tosca D’Aquino debutta al Bobbio di Trieste

La Contrada apre il nuovo anno con  la sua nuova produzione, “Prigioniero della seconda strada” di Neil Simon. Un debutto nazionale, quindi, quello fissato per venerdì 17 gennaio al Teatro Bobbio, cui farà seguito una tournée in tutta la penisola. Protagonisti di questo nuovissimo allestimento, due attori del calibro di Maurizio Casagrande e Tosca D’Aquino.

Tosca D’aquino e Maurizio casagrande.

Storia di Mel e Edna, due newyorkesi che vivono in un appartamento sulla seconda strada. Il loro palazzo, in un’estate rovente, si rivela come una fonte inesauribile di noie, che vanno dai vicini rumorosi all’impianto di condizionamento che non funziona correttamente.  Ma quell’estate si rivela ancora più preoccupante, perché Mel perde il suo lavoro da dirigente e non sa come dirlo alla moglie. Edna, dal canto suo, ignorando il motivo per il quale il marito stia cambiando il proprio atteggiamento, infastidendosi per qualsiasi sciocchezza,  cerca di supportarlo con tanto affetto, senza grandi risultati. Quando la loro casa viene svaligiata, ecco che Mel trova il coraggio di parlare e confidarsi. Edna a quel punto reagisce prendendo in mano la situazione e cercandosi un lavoro, ma anche quell’azienda naviga in cattive acque, e non le verrà dato nemmeno il tempo di iniziare. Costretta a casa con un futuro ancora più incerto, anche per lei ogni piccola cosa inizierà a diventare insopportabile, mentre Mel, che ha iniziato a vedere un terapista e che continua il suo rapporto di amore e odio con i suoi fratelli, inizia a stare meglio. Privati di tutte le certezze materiali, ai due coniugi non rimane che quella più grande, il loro amore, di fronte al quale la mancanza di un lavoro o la minaccia di una secchiata d’acqua non possono che risultare molto meno spaventosi.

Prodotto dalla Contrada, lo spettacolo vedrà in scena, oltre a Maurizio Casagrande e Tosca D’Aquino, Barbara Folchitto e Adriano Giraldi, Paola Bonesi e Marzia Postogna. L’adattamento e la regia sono di Giovanni Anfuso. Le scene sono di Alessandro Chiti e i costumi di Alessandra Ricci. Le musiche portano la firma di Massimiliano Forza, con gli arrangiamenti di Fabio Valdemarin, mentre Bruno Guastini firma le luci.

 

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.