Tra architettura e scienza nasce B.torics

André Broessel

Unire discipline diverse può portare a risultati incredibili, o almeno è quanto è successo di recente nell’ambito della tecnologia solare. Il prototipo di cella solare realizzato dall’architetto tedesco André Broessel, oltre ad avere un’estetica bellissima e pulita, permette di concentrare non solamente la luce solare, ma anche la diffusa luce lunare e fino a 10.000 volte.

Questo sistema, chiamato B.torics, secondo i test dell’azienda catalana Rawlemon per cui lavora Broessel, avrebbe un’efficienza superiore al 35% rispetto alle tradizionali energie fotovoltaiche: innanzitutto perché in grado di immagazzinare energia anche durante le ore notturne, sfruttando la luce riflessa dalla Luna; inoltre, data la sua geometria sferica, è possibile collocarlo in qualsiasi luogo senza più dover tenere conto di inclinazione ed orientamento rispetto ai raggi solari.

 

Commenti Facebook
By | 2012-11-23T11:12:51+00:00 23/11/2012|Categories: Mondo, Scienza&Ricerca|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa