Tribute: anticipazioni della puntata del 28/03/17

Di tutto un po’ oggi in Tribute: Vincenzo sembra affetto da schizzofrenia musicale e passa dalla discomusic al punk, dalla regina del pop al rap e al blues, dalle canzoni di protesta ai gruppi beat italiani che reinterpretano successi sempreverdi della musica anglosassone e al cantautorato di casa nostra, concludendo la puntata con una cover in italiano volgare di un classico della musica italiana. Sì, avete capito bene, manderemo una canzone moderna con testo riscritto in dolce stil novo!!!!
Per saperne di più, sintonizzatevi stasera dalle 20.00 alle 21.00 sulle “frequenze” di radioincorso.it! Mi raccomando, non dimenticate che #SomeSongsAreBiggerThanOthers

Di seguito la scaletta completa della puntata:

  1. Can’t take my eyes off of you – Boys Town Gang / Muse
  2. What a man – Linda Lyndell / Salt’n’Pepa
  3. Halo – Beyoncè / LP
  4. Wonderful tonight – Eric Clapton feat. Dire Straits / Honky Tonk Hugo
    ————————
  5. Search and destroy – Iggy Pop feat. The Stooges / Peaches
  6. Wich side are you on? – Tom Morello /Pete Seeger
  7. Stay with me babe – Duffy / Lorraine Ellison
    SONGS IN TRANSLATION
  8. Angel – Shaggy feat. Rayvon // Angel of the morning – The Pretenders / Gli occhi verdi dell’amore – I Camaleonti
  9. Questo piccolo grande amore – Claudio Baglioni / Codesto parvo esimio Idillio – I Cavalieri inefficaci
Commenti Facebook
By | 2017-05-03T16:20:29+00:00 28/03/2017|Categories: Tribute|Tags: , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su Tribute: anticipazioni della puntata del 28/03/17

About the Author:

Traduttore (di Football Manager, ma anche di cose più serie), germanista, ex scout (ma "scout una volta, scout per sempre"), ama guidare l'auto ma anche spostarsi in bicicletta e fare trekking in montagna. Appassionato di astronomia, calcio, formula 1 e soprattutto di musica. Per radioincorso.it conduce Tribute, cura maniacalmente la scelta musicale dei programmi che lo vedono in conduzione, ha un debole per i programmi tematici e recensisce concerti, ma dei gruppi che piacciono a lui perché il suo motto è #SomeSongsAreBiggerThanOthers