Trieste contiene Casalpusterlengo e mette nel cassetto due punti

Nell’undicesima giornata del girone d’andata in Serie A2 Gold  al PalaRubini arriva Casalpusterlengo, squadra giovane ma animata dall’esperienza di Alvin Young, dal talento di Howard Sant-Roos, nonché da una classifica non esattamente lusinghiera (appena 6 punti per i lombardi, con solo tre squadre dietro di loro). I triestini, dal canto loro, sono reduci dalla sconfitta in trasferta a Torino e sono chiamati a dimostrare di non essere Holloway-dipendenti: se una trasferta in terra piemontese senza l’americano a pieno regime poteva anche starci, una sconfitta in casa contro una formazione a 6 punti sarebbe intollerabile. Come al solito, la ricetta principale per una squadra giovane e dalle individualità limitate come quella triestina può essere una sola: difesa, difesa, difesa.

Disattenzioni importanti in avvio per i triestini, che consentono agli ospiti di arrivare al ferro, e che troppo spesso cadono nella facile tentazione di utilizzare quasi esclusivamente il tiro da fuori, in attacco. Dalmasson prova la carta Holloway al posto di Marin, ma quando Young mette la tripla sullo scarico indisturbato, si vede costretto a chiamare minuto, con gli ospiti inaspettatamente a +10. Mastrangelo si alza dalla panchina per aiutare la boccheggiante difesa dei padroni di casa, in attacco Grayson fa sentire la sua voce e Trieste riesce a reggere: a fine primo quarto è 14 a 20.

Squadra giuliana solo in apparenza più combattiva nel secondo periodo: Candussi si mette in evidenza in attacco ma sotto il suo canestro offre un contributo errante, al pari della squadra intera. In maniera ciclica, i meccanismi offensivi ospiti prima si inceppano, consentendo a Trieste di rientrare poi si riaccendono, complice le non impeccabili marcature dei locali. Il vecchio volpone Young non può non approfittare di occasioni del genere e si presenta a più riprese in lunetta, ricostruendo un minibreak per i suoi: si va al riposo sul 32 a 38.

Davvero una partita strana quella a cui assistono gli spettatori del PalaRubini: Trieste non brilla certo per verve difensiva e convinzione, ma è sempre là a giocarsela, prova questa anche della non irresistibile qualità dei lombardi. Il match procede sui binari dell’equilibrio e Tonut prova a entrare in ritmo, prima con due punti in penetrazione, poi con due liberi ed infine con una rubata e susseguente schiacciata in contropiede. Quando capitan Carra si prende la tripla, poi, Trieste rimette il naso avanti. I due si ripetono poco dopo trovando canestri importanti dalla lunga e Trieste prova la fuga, ma gli ospiti tengono duro, riuscendo ad andare all’ultimo intervallo con solo 8 punti di svantaggio. È un Carra intenso quello che scende in campo anche nel quarto quarto, ma sono i giuliani in generale a dimostrare di volerci credere, soprattutto in difesa. Prova ne è il punteggio, che nei primi due minuti resta inchiodato sul 62 a 54. Trieste non si nega qualche passaggio a vuoto in difesa, pur con un vantaggio non rassicurante, ma riesce comunque a colmare i suoi deficit di attenzione con un attacco grintoso, tra cui spicca senz’altro l’ottima prestazione di Mastrangelo, che costruisce da solo un parziale di 7-0 in un momento capitale. Casalpusterlengo però non ci sta: Young predica pallacanestro come nessun’altro in fase offensiva e dall’altra parte del campo Poletti costringe al fallo di sfondamento Grayson, che si accomoda in panchina per cinque falli dopo una prestazione sontuosa. Spissu, classe ’95, veste i panni del consumato veterano e infila una tripla di capitale importanza, ma la partita è ormai andata: Trieste si porta a casa una vittoria importante con il punteggio di 80 a 75.

PALLACANESTRO TRIESTE – ASSIGECO CASALPUSTERLENGO 80-75 (14-20, 32-38, 62-54) TRIESTE : Coronica A. 6, Fossati M., Norbedo M. n.e., Tonut S. 17, Forza F. n.e., Mastrangelo D. 15, Grayson I. 12, Candussi F. 13, Carra M. 11, Marini L., Holloway M. 6, Prandin R. All. Dalmasson E.

CASALPUSTERLENGO : Poletti M. 14, Costa V. n.e., Vencato L., Chiumenti A. 6, Ricci G. 12, Young A. 17, Sant-Roos H., Donzelli D. 5, Spissu M. 5, Carrizo M. 9, Alessandri F. 7. All. Zanchi A.

Arbitri: Nicolini A., Pepponi G., Bianchini R.

Foto: Danilo Cunsolo

Commenti Facebook
By | 2014-12-07T22:02:21+00:00 07/12/2014|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Joel Cociani
Nato a Trieste nell'88, sono italiano e francese. Studio per diventare un interprete, ma il mondo del giornalismo mi ha sempre affascinato, se non altro perché è una scusa per poter fare il rompiscatole senza dovermi giustificare.