Trieste è pronta alla Festa della Musica

Nata nel 1982 in territorio francese, la “Fête de la Musique” è diventata negli ultimi anni un fenomeno sociale ed un appuntamento fisso dell’estate di tutta Europa; sono infatti molte le città europee impegnate nel sostenere la serie di eventi dedicati alla festa della musica, da Berlino a Budapest, da Liverpool a Sarajevo. In Italia sono già molte i luoghi che da anni approfittano dell’occasione per animare le serate in città, come Milano, Roma e Napoli.

L’area interessata dal Festival

Dal 2009 anche Trieste ospita la manifestazione grazie all’impegno dell’Associazione Culturale Social Interaction Entertainment ed al sostegno dei molti volontari. La festa, distribuita in quattro giornate, è una festa aperta a tutti i partecipanti, che siano professionisti od amatori poco importa, desiderosi di esibirsi di fronte al pubblico triestino; nella rassegna 2013 che si svolgerà per l’occasione al Parco di San Giovanni, luogo simbolo della segregazione di un tempo, oggi vero e proprio manifesto di apertura e libertà, si succederanno nell’animare la festa vari artisti che spaziano molto nel panorama musicale. Nella serie di eventi interni al Festival si potrà godere anche di spettacoli teatrali, mostre fotografiche e street art, accompagnando la propria “esperienza” nella riflessione sulla situazione sociale europea, sulla speranza di una condizione migliore, su un Umanesimo che si rinnova.

La locandina dell’evento

Ogni 21 Giugno, in contemporanea con gli altri paesi europei, la Fête de la Musique rinnova dunque il proprio impegno per l’Europa e dal 1999, grazie al riconoscimento della Presidenza del consiglio dei Ministri, gode anche dell’alto patrocinio per l’interesse pubblico, l’importanza e la valenza culturale. Impossibile nominare i molti artisti presenti quest’anno, enumerare le iniziative e gli stand enogastronomici dell’organizzazione ma, grazie ad un programma vario e ricco di nomi importanti della musica elettronica, il divertimento e l’allegria non mancheranno. Saranno dunque quattro intense giornate, segnate dalla condivisione, dall’intrattenimento e dal consueto folclore triestino; l’evento è patrocinato dalla sezione triestina dell’Unesco ed è realizzato con la collaborazione della Provincia, di EstEnergy come altre realtà economiche del territorio giuliano.

 

Commenti Facebook

About the Author: