Trieste Film Festival, ecco cosa vedere (secondo noi)

Parte a Trieste la 26a edizione del Trieste Film Festival, che dal 16 al 22 gennaio porterà alla Sala Tripcovich e al Teatro Miela le novità del cinema dell’Europa centro-orientale. Il film di apertura sarà una anteprima internazionale, Two Women, di Vera Glagoleva, una grande produzione internazionale in costume, tratta dalla pièce Un mese in campagna di Tergenev, con Ralph Fiennes e Sylvie Testud.

La sezione Art & Sound è organizzata in collaborazione con SkyArte e si focalizza sull’incontro tra arte, cinema e musica. ll canale televisivo italiano dedicato all’Arte sarà presente al Festival di Trieste con due produzioni originali (anteprime assolute) che manderà in onda nei mesi di gennaio e febbraio, Piero Ciampi-Poeta, Anarchico, Musicista e Prog RevolutionAd accompagnare a Trieste il lavoro su Piero Ciampi sarà il cantautore Bobo Rondelli, mentre per Prog Revolution sarà ospite al festival la PFM.

TFF15-sito-homepage-1180x600

In anteprima italiana al festival ci sarà, come evento speciale, il film Obce Cialo (Corpo estraneo / Foreign Body) di Krzysztof  Zanussi, una coproduzione italiana girata in parte nel nostro Paese. Il maestro del cinema polacco terrà al festival anche una masterclass.
Per il Premio Salani Italian Screenings il film di Francesco Calogero Seconda Primavera, in anteprima assoluta, porterà a Trieste parte del cast, da Nino Frassica (che presenterà anche la propria autobiografia semiseria) a Claudio Botosso ad Anita Kravos.
Nel presentare il festival, il direttore organizzativo Cristina Sain ha sottolineato l’arrivo in città, per il TsFF e la parte Industry When East Meet West, di oltre 350 persone.

Commenti Facebook
By | 2015-01-12T12:26:46+00:00 12/01/2015|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.