A Trieste un giardino per non dimenticare

Una sobria, sentita cerimonia. Una folla di persone, famigliari, amici, autorità, davanti al giardino comunale di piazzale Rosmini a Trieste, che oggi è stato intitolato a Marco Luchetta, Alessadro Sasa Ota, Dario D’Angelo e Miran Hrovatin. Un gesto, un segno indelebile, per ricordare il sacrificio degli operatori dell’informazione caduti vent’anni fa, tra il 20 gennaio e il 20 marzo 1994, nelle stragi di Mostar e Mogadiscio. Con i loro corpi fecero scudo a un bambino di nome Zlatko, che è stato il primo assistito dalla Fondazione Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin che aiuta i piccoli vittime delle guerre. Il Sindaco Roberto Cosolini con il Vicesindaco, scoprendo la targa loro dedicata, hanno portato il saluto dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità, alla presenza delle autorità cittadine, del presidente della Federazione Nazionale della Stampa, Giovanni Rossi con il segretario Franco Siddi, del presidente regionale dell’Ordine dei Giornalisti Cristiano Degano e del presidente dell’Assostampa del FVG, Carlo Muscatello, oltre a rappresentanti della Regione e della Provincia, nonché alunni e insegnanti della Scuola Morpurgo.

Inaugurato a Trieste il giardino dedicato a Marco Luchetta, Alessadro Sasa Ota, Dario D’Angelo e Miran Hrovatin.

Il Sindaco ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questa significativa iniziativa, che interpreta i sentimenti della comunità nei confronti di operatori dell’informazione che hanno dato la loro vita svolgendo con passione e dedizione il loro lavoro nel nome della pace e della libertà e nel proteggere i bambini. Ed è proprio ai bambini, ai giovani – è stato detto – che è rivolto in particolare il messaggio di pace e libertà in nome dell’informazione, per non dimenticare i fatti tragici delle guerre fino al punto del sacrificio della propria vita. Non a caso la scelta del giardino frequentato da bambini. Nella consapevolezza che questa esperienza di alto valore civico e formativo resti per sempre nella memoria della collettività.

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.