Triestina, beffa finale: con l’Arzignanochiampo è 2-2

Finisce 2-2 tra Triestina e Arzignanochiampo, protagoniste di un match pieno di colpi di scena, che ha tenuto tutto lo stadio Nereo Rocco con il fiato sospeso fino al triplice fischio. L’Unione ha sfoderato la miglior prestazione della stagione, mettendo in luce le qualità offensive dell’attaccante Daniele Rocco, arrivato in casa alabardata durante il mercato di riparazione e autore di una doppietta quest’oggi.

Mister Ferazzoli, alle prese con diverse assenze, cambia assetto tattico, schierando uno spregiudicato 4-3-1-2, con Manzo e Rocco pronti a colpire in velocità. Gli ospiti partono subito bene, ma le conclusioni dalla distanza di Carlotto non sortiscono gli effetti sperati. Prese le misure, è la Triestina a fare la partita. Al 19′, Rocco, su un assist di Manzo, arriva tardi all’appuntamento con il gol per una questione di centimetri. Pochi minuti più tardi, l’attaccante ex Monfalcone inizia il suo personale duello con l’estremo difensore ospite Dall’Amico, che in due occasioni gli nega la gioia personale. Al terzo tentativo però, Rocco non sbaglia. Piscopo crossa in mezzo per Giannetti, che serve subito Rocco, lesto a spedire in spaccata la palla in rete. La prima frazione di gioco vede l’Unione sfiorare più volte il gol, grazie ai movimenti in profondità del tandem offensivo e all’ottimo possesso palla del centrocampo alabardato.
Nella ripresa, l’Arzignanochiampo agguanta subito il pari con Carlotto. Una doccia fredda per i ragazzi di Ferazzoli, che però non si lasciano demoralizzare. Al 14′, Rocco conquista un calcio di rigore, che lui stesso realizza, facendo esplodere nuovamente lo stadio di Valmaura. La partita si infiamma e gli ospiti conquistano il pareggio con Draghetti, ben posizionato per ribadire in porta una ribattuta della difesa triestina. In chiusura di match, entrambe le squadre hanno sul piede il colpo del K.O., ma alla fine la posta in palio è equamente divisa.

Nella prossima gara, l’Unione sfiderà il Kras. Un derby che a Trieste significa molto, e che potrebbe scacciare gli incubi della retrocessione per una della due formazioni.

 

 

Davide Cavalca e Simone Zompicchiatti

 

Commenti Facebook
By | 2015-01-25T20:26:35+00:00 25/01/2015|Categories: Magazine, Sport|Tags: , , , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.