Triestina da incubo: l’Este espugna un “Rocco” indignato

Ci risiamo. Come un disco rotto, la Triestina si blocca sul più bello e torna, per l’ennesima volta, al punto di partenza. Dopo un inizio di stagione tutto sommato incoraggiante, i giuliani hanno riproposto nella gara odierna la loro peggior veste, vista già diverse volte dai tifosi alabardati nel passato campionato. I primi timidi passi avanti fatti nelle scorse giornate sono culminati con un sonoro tonfo nel vuoto. L’Este, buona (nulla più) formazione veneta, espugna con merito il Nereo Rocco grazie a un gol di Lasagna al 42′. Quel che è peggio è che la Triestina non solo mette a referto il primo ko interno dell’anno ma anche “regala” ai suoi tifosi una performance spettrale e difficile da digerire per chi fatica già ad accettare una categoria non professionistica (e non guadagnata sul campo).

Mister Costantini non sarà per niente soddisfatto della prestazione dei suoi

Mister Costantini non sarà per niente soddisfatto della prestazione dei suoi

LA PARTITA – I giuliani partono col freno a mano tirato, e non lo disinseriranno per tutto l’incontro. Dopo venti minuti di supremazia ospite, la prima vera occasione capita sul piede del veneto Tonus, il quale calcia da buona posizione ma trova un Franceschin attento e reattivo. L’unico spunto a tinte alabardate della prima frazione è il calcio di punizione a due con cui Godeas impegna il numero uno Bevilacqua. Il successivo corner, tuttavia, si trasforma in una ripartenza dell’Este, la quale culmina con il tentativo che sfiora il palo di Lasagna. L’estremo difensore di casa Franceschin, il migliore dei suoi, continua la sua personale battaglia con gli avanti veneti disinnescando a più riprese le iniziative ospiti. Al 10′ della ripresa è ancora Tonus a impegnare il portiere del club giuliano. La pressione della società padovana continua al 16′, quando la conclusione volante del solito Lasagna si spegne di poco alta. Il forcing dell’Este arriva ad un passo dall’obiettivo al 20′: Franceschin è costretto a due miracoli su altrettanti tentativi ravvicinati degli attaccanti veneti. La Triestina, spettatrice non pagante finora, tenta ad entrare in scena al 31′. Zetto prova ad approfittare dell’errato disimpegno della retroguardia ospite ma è stoppato a un passo dall’area di rigore. Gli alabardati sono tutti in questa azione e, al 42′, arriva, giustamente, il vantaggio dell’Este. La terza linea giuliana sbaglia il fraseggio e regala palla ai veneti che vanno in rete con Lasagna.

Si volesse essere simpatici si potrebbe dire che la Triestina ha fatto un pasticcio, ma sugli spalti del Rocco non c’è alcuna voglia di scherzare. Al contrario, dalle gradinate dello storico stadio cittadino piovono fischi e sonori rimproveri. Difficile, se non impossibile, biasimare i tifosi alabardati, sempre vicini a società e giocatori in questi ultimi anni difficili. La dirigenza, sinora, non ha fatto del proprio meglio, ma, dopo quasi un anno di gestione Costantini, anche la direzione tecnica di mister “Roccia” potrebbe essere messa in discussione, visti i scarsi risultati ottenuti anche in termini di prestazioni. La Triestina proverà a smentire questa tesi già domenica prossima, quando sarà di scena allo stadio San Vigilio di Montebelluna.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:12:21+00:00 22/09/2013|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: