Triestina dalle polveri bagnate, vince il San Paolo Padova

La Triestina, reduce dal rocambolesco pareggio interno con La Fenadora (2-2), manca ancora una volta l’appuntamento con la vittoria ed è addirittura costretta a chinare il capo di fronte al cinismo del San Paolo Padova. I veneti raccolgono l’intera posta in palio capitalizzando al massimo le occasioni create, mentre i giuliani hanno da che recriminare per le chances fallite. Non basta nemmeno la classe di Godeas, il migliore degli alabardati, il quale si “sbatte” come un dannato ma pecca di precisione al momento di siglare a rete.

Fabio Rossitto, allenatore della Triestina

Fabio Rossitto, allenatore della Triestina

Il terreno dello stadio Plebiscito, in pessime condizioni, non aiuta i ventidue in campo nel gioco palla a terra. Ne esce un primo tempo scialbo e per niente spettacolare. Eppure, l’Unione colleziona diverse palle gol, lottando con tenacia su ogni sfera. La pecca dei giuliani è quella di non avere i nervi sufficientemente saldi per coronare tutta la fatica dei primi 45 minuti. Godeas è protagonista assoluto della prima frazione. Offre ai compagni almeno tre palloni buoni, prima di mettersi in proprio a sfiorare la marcatura a più riprese. La più antica delle regole del calcio si abbate sulla Triestina allo scadere. È il 44′ infatti, quando Franceschini, in modo “improbabile”, riesce a deviare in rete dopo una mischia nata sugli sviluppi di un corner e a portare i padovani sull’1-0. Il vantaggio di misura del San Paolo regge fino al termine del secondo tempo, nonostante gli sforzi degli alabardati, che ci riprovano senza fortuna, in particolare con Monti, fermato due volte dai legni della porta difesa da Rosiglioni.

Gli uomini di Rossitto, autori di una buona prestazione, sono costretti a tornare a casa a mani vuote e con qualche preoccupazione in più, vedendo la zona calda della classifica avvicinarsi pericolosamente. Il 13° posto, primo in ordine di graduatoria a costringere ai play-out, dista ora soltanto cinque punti, mentre i play-off si allontanano in modo pressoché irreparabile. Il prossimo turno sarà molto delicato per l’Unione, che ospiterà al Rocco il Mezzocorona, in piena bagarre per non retrocedere (14° con 27 punti).

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:35+00:00 16/03/2014|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: