Triestina ko di misura a Valdagno: il Trissino si prende il 9° posto

Matematicamente salva, la Triestina scende sul campo di Valdagno per l’onore delle armi, scegliendo tra i pali il promettente classe ’97 Francesco Zucca, il quale risponderà con una confortante prestazione. L’Unione e gli avversari del Trissino si giocano nello scontro diretto una sorta di spareggio per il 9° posto che, al calcio d’inizio, è nelle mani dei giuliani. Rossitto sceglie Depretis, Monti e Godeas per forzare la cassaforte vicentina, mentre i padroni di casa si affidano alla vena realizzativa di Marchetti, 9 gol finora.

Francesco Zucca, classe 1997, titolare ieri nella Triestina scesa in campo a Valdagno

Francesco Zucca, classe 1997, titolare ieri nella Triestina scesa in campo a Valdagno

L’inizio è a dir poco frizzante. Al 4′ Caraceni, servito da Antonori, spezza l’equilibrio, dando il primo dispiacere all’incolpevole Zucca e portando i suoi sull’1-0. L’Unione impiega dieci minuti per riabilitarsi dalla prematura e dolorosa ferita, ma quando lo fa è letale. Nakim crossa per Godeas, ne esce una mischia e Monti è il più lesto di tutti, arrivando sul pallone e siglando l’1-1. Pimazzoni per il Trissino e Godeas per la Triestina provano a portare la propria compagine in vantaggio, operazione che riesce però qualche minuto più tardi (23′) a Chiarello. Marchetti scende sulla destra in un “Super G” dove i paletti sono Pratolino e Ferrara, ghiacciati dalla giocata del numero 11 avversario, il quale mette in mezzo dove Chiarello risponde “presente” depositando in rete il vantaggio casalingo. Il primo tempo continua alternando emozione in entrambe le aree di rigore, ma il rosso rimediato da Pratolino al 42′ sembra chiudere i conti, costringendo gli alabardati, già sotto nel punteggio, a giocare l’intera seconda frazione con l’uomo in meno. Tuttavia, la formazione di Rossitto non si scompone e resta in gara fino al 90°. Zucca salva il salvabile e quello che non è in grado di fermare il numero uno giuliano viene stoppato dal palo, come succede alla conclusione di Marchetti al 19′. La Triestina, seppure in inferiorità numerica, sfiora, soprattutto con Godeas, un clamoroso pareggio, ma alla fine dei conti il risultato è 2-1.

La formazione di Valdagno guadagna così tre punti che le permettono il sorpasso proprio ai danni dell’Unione, che scende in decima piazza. Rossitto e i tifosi alabardati tornano a casa comunque soddisfatti per la prestazione – arrivata in condizioni di grossa emergenza, visto il lungo elenco di infortunati – e confortati dall’aver raggiunto la salvezza con un certo anticipo alla prima stagione in Serie D, la quale – si augura tutto l’ambiente – sia la premessa per una prossima trionfale cavalcata verso il calcio professionistico.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:21+00:00 28/04/2014|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: