Tutti i vincitori del Trieste Film Festival

Si conclude anche questa 24°edizione del Trieste Film Festival, la manifestazione italiana più ricca ed articolata espressamente dedicata alle cinematografie dell’Europa centro-orientale, con un programma costituito mediamente da 130 titoli in anteprima nazionale. Nella giornata di ieri il pubblico è stato chiamato a votare le opere che hanno partecipato alle varie sezioni, ed ecco allora a voi tutti i vincitori.

Il regista Sergej Loznica e la direttrice del TFF Annamaria Percavassi.

Per la sezione lungometraggi il premio di 5000 euro è andato alla pellicola “V tumane – Anime nella nebbia” di Sergej Loznica, mentre il migliore tra i documentari, secondo gli spettatori, è stato “Dragan Wende – West Berlin” di Lena Müller che si è aggiudicato il premio Alpe Adria, del valore di 2500 euro. Nella categoria Cortometraggi il premio di 2000 euro è stato conferito a Nana Ekvtimishvili, che ha presentato la pellicola intitolata “Deda – Aspettando Mamma“. Il premio CEI – Central European Initiative è andato al regista ungherese György Palfi,  che anche quest’anno è presente nel programma con ben due film: “Final Cut – Ladies and Gentlemen“, lungometraggio che chiuderà il Festival, e il cortometraggio “There is no film”. L’ungherese si è aggiudicato il premio per aver denunciato con ironia e amarezza gli aspetti più drammatici del suo Paese. Infine il premio Zone di cinema, offerto dalla Provincia di Trieste e dall’Associazione Casa del Cinema, è stato assegnato all’opera “Vedo rosso. Anni ’70 tra storia e memoria degli italiani d’Istria“, della regista Sabrina Belussi.

Commenti Facebook
By | 2013-01-23T20:33:18+00:00 23/01/2013|Categories: Cinema|Tags: , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa