Tutti nudi contro la crisi!

 

Una scena dello spettacolo.

A chiudere il cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalconemartedì 26 e mercoledì 27 marzo alle ore 20.45, è uno degli spettacoli più attesi di tutta la stagione. Approda infatti al Comunale, forte di un’intensa e trionfante tournée nei principali teatri italiani, The Full Monty, il musical tratto dall’omonimo film di Peter Cattaneo campione d’incassi e premio Oscar nel 1997.

Divenuto nel 2000 un musical teatrale e rappresentato con enorme successo sui palcoscenici di tutto il mondo (con musiche di David Yazbek e libretto di Terrence McNally), The Full Monty viene riproposto, in Italia, da Massimo Romeo Piparo, regista ed autore di un adattamento del tutto originale, che forte della lunga esperienza maturata nel campo del musical (My Fair LadyIl viziettoJesus Christ SuperstarEvita e Tommy sono soltanto alcuni dei suoi spettacoli) mette ora in scena la vicenda dei disoccupati spogliarellisti più amata ed applaudita di tutti i tempi.

Un eccezionale cast di attori provenienti dal cinema, dal teatro e dalla migliore televisione – una vera e propria squadra di “campioni” dello spettacolo italiano – restituisce sulla scena, fra amarezza ed ironia, canzoni e balletti, tutto l’intelligente divertimento di questo indimenticabile cult: sono Paolo Calabresi (BorisLe iene), Gianni Fantoni (Zelig), Sergio Muniz (Caterina e le sue figlie,Squadra antimafia), Paolo Ruffini (ColoradoMaschi contro femmine), Jacopo Sarno (High School Musical) e Pietro Sermonti (BorisNero Wolfe).

Fanno inoltre parte del cast due veri disoccupati, che calcano per la prima volta un palcoscenico. Marco Serafini e Simone Lagrasta hanno superato le audizioni promosse dalla PeepArrow Entertainment, che produce lo spettacolo, insieme ai principali sindacati italiani e ai Centri per l’Impiego della Provincia di Torino, audizioni rigorosamente riservate a chi avesse perduto il lavoro negli ultimi 24 mesi. Una volta scritturati da Massimo Romeo Piparo, Marco Serafini – ex rappresentante ed ex impiegato di una ditta di pulizie – e Simone Lagrasta – ex falegname – hanno firmato un regolare contratto della durata di un anno.

Le coreografie dello spettacolo (che vede in scena altre 12 persone fra attori, cantanti e ballerini) sono di Bill Goodson mentre la direzione musicale è affidata ad Emanuele Friello.

Se The Full Monty, il film, raccontava con grande ironia la crisi che in quegli anni colpiva l’Inghilterra della

Una scena del film.

Signora Tatcher, nel musical adattato da Piparo i protagonisti sono sei operai disoccupati che vivono nella periferia industriale di Torino, divisi fra la passione per Del Piero e un salario tutto da reinventare. Per raggranellare un po’ di soldi, i sei si imbarcano in un’impresa fuori dall’ordinario: allestire uno spettacolo di spogliarello. Sottoponendosi ad un serio programma di allenamento e prove, ritrovano la fiducia in se stessi e scoprono un modo per reinventarsi. E così il gioioso e liberatorio striptease finale, in cui culminano tutti i loro sforzi, rappresenta una vittoria contro la disoccupazione e la crisi e segna l’inizio di una nuova vita.

Commenti Facebook

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.