Udinese cinica e spietata, con il Siena è 1-0

Foto da http://it.wikipedia.org

Francesco Guidolin

Dopo la scottante sconfitta di Torino, che ha interrotto la striscia positiva di sei gare, l’Udinese è chiamata al riscatto contro il Siena di Mister Iachini. L’Udinese conferma il 3-5-2 nonostante le assenze di Benatia e Badu, impegnati in coppa d’Africa, con Padelli al posto dell’infortunato Brkic, Allan e Lazzari in cabina di regia e davanti la coppia Di Natale-Muriel.
All’andata terminò 2-2, con reti di Di Natale e Basta per l’Udinese, Calaiò Ze Eduardo per i toscani. Il Siena di oggi, avendo ceduto entrambi gli attaccanti, lascia spazio a Bogdani, che vince il ballottaggio con Paolucci, supportato da Rosina e Reginaldo. A centrocampo la novità è Francesco della Rocca.
I primi venti minuti vedono il Siena fare la partita, voglioso di punti e con l’obiettivo di agganciarsi al treno salvezza, mentre l’Udinese riparte in contropiede con l’esplosività di Muriel e la qualità di Di Natale.
Al 25′ Rubin serpeggia sulla sinistra, serve Bogdani che di prima intenzione gira a Rosina, il quale non sfrutta un’occasione clamorosa a tu per tu con Padelli.
Sempre Rubin sulla sinistra, ispiratissimo, mette in crisi la retroguardia friulana, ma l’imprecisione delle punte toscane permette all’Udinese di ripartire rapidamente con Di Natale in azione di contropiede al 35′, interrotta da Contini. Un minuto dopo Della Rocca perde il possesso a centrocampo su pressione di Allan, che serve Di Natale, poi nuovamente palla ad Allan ed infine a Muriel che batte Pegolo con grande freddezza. La dedica del quarto gol stagionale va ai familiari giunti a Udine per assistere al match.
Ancora una volta si conferma così la dura legge del gol: il Siena padrone del match subisce una rete che si rileverà decisiva.
La reazione del Siena si manifesta solo nel secondo tempo: Reginaldo crossa per Rosina, che ancora una volta fallisce un facile appoggio in rete.
La ripresa vede l’Udinese gestire il possesso palla in maniera lenta, ma l’opposizione del Siena, scioltosi dopo il vantaggio friulano, appare confusionaria e poco efficiente.
Da segnalare, per la cronaca, due iniziative di Lazzari, che prima scodella in rabona a centro area un pallone pericoloso liberato dalla difesa ospite e poi, al 46′, impegna Pegolo con un tiro dal limite respinto in calcio d’angolo.
Al triplice fischio l’Udinese ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo.
Il Siena, squadra in lotta per la salvezza, ha da recriminare le ghiotte occasioni da rete sprecate a Udine. La cattiveria agonistica e la “fame di punti” non sono stati il filo conduttore del match dei toscani. Domenica Iachini&Co. ospiteranno l’Inter, battuta all’andata per 0-2, partita sulla carta difficilissima, ma il Siena visto oggi potrebbe vender cara la pelle.
I friulani, invece, saranno impegnati allo Stadio San Siro, dove l’Udinese troverà un Milan concentrato nella rincorsa al terzo posto. Sarà un ulteriore banco di prova per i ragazzi di Mister Guidolin, una vittoria potrebbe significare Europa League.

Foto da http://it.wikipedia.org

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:50+00:00 27/01/2013|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.