Udinese forza 4!

Foto da www.Udinese.it

Foto da www.Udinese.it

Udinese e Cagliari non vivono certamente un bel momento: 16 punti in classifica e due punti nelle ultime tre gare per entrambe le formazioni. La sfida del Friuli appare equilibrata ma di fondamentale importanza per dare una svolta al campionato e rilanciare le ambizioni societarie: i friulani, ancora sconvolti per l’eliminazione dall’ Europa League e dalla bruciante sconfitta contro la Lazio, si presentano in formazione rimaneggiata a causa dei forfait di Basta, Pinzi, Lazzari, Muriel, Benatia e Domizzi. Guidolin, vista l’emergenza, rispolvera Angella e Heurtaux per il reparto difensivo, Pasquale e Badu per il centrocampo e Fabbrini per il reparto offensivo. Il Cagliari, sconfitto per 1-0 dal Napoli nell’ultimo turno, ha dimostrato di poter impensierire le big nonostante i 3 punti non arrivino dalla sfida contro il Siena del 31 Ottobre. Il duo Pulga-Lopez schiera la rivelazione del campionato Sau a supporto di Nenè, ma deve rinunciare ad Agazzi, sostituito da Avramov.
Come da “classifica alla mano” la partita appare equilibrata fin dalle prime battute, ma il Cagliari sembra più intraprendente e alcune indecisioni dell’estremo difensore friulano fanno sussultare il pubblico bianconero.
Nel miglior momento dei rossoblù l’Udinese trova il gol del vantaggio al 32′ minuto su una disattenzione della retroguardia sarda: cross di Di Natale, stop errato di Fabbrini sul quale interviene Conti che svirgola malamente servendo Pereyra che, di prima intenzione, insacca nell’angolo alto alla sinistra di Avramov.
Passano sei minuti e l’Udinese raddoppia con l’eroe di Verona: calcio d’angolo teso di Di Natale diretto in porta, Avramov respinge ma Faraoni raccoglie e scarica un rasoterra sul quale Angella è rapido a trovare la deviazione vincente.
Si va al riposo sul 2-0.
Nella ripresa il copione non cambia e dopo pochi minuti l’Udinese firma il 3-0: Di Natale disorienta Astori sull’out di destra e serve, con un delicato colpo d’esterno, l’accorrente Danilo che insacca di testa sul primo palo.
Al ventesimo minuto il gol che chiude definitivamente il match: assolo di Fabbrini che evita la scivolata disperata di Ariaudo, e sull’uscita di Avramov serve Giovanni Pasquale che appoggia, indisturbato, in rete.
Il Cagliari non molla e con la forza dell’orgoglio sigla il gol della bandiera al 35′ minuto: lancio di Cossù per Dossena che di testa anticipa Angella e firma il 4-1 finale.

 

Foto da www.Udinese.it

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:59+00:00 02/12/2012|Categories: Sport|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.