"Unza unza" time con Emir Kusturica

Emir Kusturica

Il concerto dovrebbe iniziare alle 21.00. Arriviamo più o meno puntuali e lo spazio di Borgo Grotta è già abbastanza affollato. Prima di vedere Emir Kusturica sul palco bisognerà attendere circa un’ora (come spesso accade in queste occasioni), ma poco importa. Nel frattempo non c’è nessun motivo per annoiarsi. L’atmosfera suggerisce di bere un bicchiere di vino rosso, avvicinarsi al palco e farsi trasportare dalla musica dei Radio Zastava, band friulana che unisce sonorità balcaniche, leitmotiv della serata, a suggestioni austriache e della propria terra. Detto altrimenti, una band di confine, proprio quel che ci vuole in attesa della No Smoking Orchestra. Il tempo passa e si è ormai fatto buio, guardandosi attorno ci si accorge che la gente continua ad arrivare e a riempire l’area concerti di Borgo Grotta. Tutta questa gente sembra aver risposto alla chiamata di una festa, più che a quella di un concerto. Così quando il regista di Underground fa il suo ingresso in scena con la band, l’atmosfera si è già abbondantemente surriscaldata. Kusturica saluta il pubblico e il concerto inizia.

La scaletta alterna pezzi più conosciuti, magari prelevati dalle colonne sonore di qualche film di successo, ad altri meno noti. Le sonorità spaziano da quelle etniche e balcaniche fino a momenti più rock. In ogni caso l’obiettivo principale della band sembra essere quello di far divertire e coinvolgere il pubblico. Pian piano il confine tra palco e platea si annulla, con il pubblico (soprattutto femminile) chiamato a salir su ed accompagnare con le danze la performance dei musicisti. In altre parole, Kusturica e la No Smoking Orchestra offrono al pubblico due ore di divertimento in salsa balcanica, quello che ci si aspetta da una serata del genere. Finisce il concerto ma non la festa, che invece va avanti con la musica, sempre fedele al tema della serata, proposta da Stoner DJ e La gente stenta ad abbandonare le danze e sfollare l’area concerti.

Una serata certamente riuscita, e rimane il piacere di scoprire che per raggiungere ampie fasce di pubblico non è necessario abbandonarsi a certi stilemi mainstream. L’ecclettismo di Kusturica è sicuramente uno dei motivi della sua celebrità, e sono forse film come Undergound e Gatto Nero Gatto Bianco ad averlo consegnato ad un pubblico più vasto. Eppure lui va per la sua strada e durante il concerto era lì a interrogare il pubblico: «Do you like MTV?». A voi la risposta.

Commenti Facebook
By | 2012-06-25T15:10:29+00:00 25/06/2012|Categories: Musica|Tags: , , , , , , |0 Comments

About the Author: