Val Rosandra, infuriano le polemiche

Non si placano le polemiche scoppiate a seguito del disboscamento operato dalla Protezione Civile che ha interessato la Val Rosandra alla fine del mese di marzo. Numerose le reazioni in seguito alla tanto contestata operazione: da un lato troviamo i quasi 1600 manifestanti che lo scorso primo aprile si sono riuniti proprio sul luogo dove era avvenuto il taglio degli alberi, dall’altro le dichiarazioni del mondo politico e le azioni che, eventualmente, verranno prese dall’autorità giudiziaria.
Il fronte delle proteste si è attivato anche tramite il wwf ed i suoi legali: nella mattinata di mercoledì 4 aprile è stato depositato un esposto alla magistratura, nel quale si contesta un presunta violazione dell’articolo 743 del codice penale, punibile con la reclusione fino a 18 mesi ed una sanzione pecuniaria non inferiore ai 3000 euro. Oltre al sopracitato articolo 743 che, lo ricordiamo, disciplina la distruzione ed il deturpamento delle bellezze naturali, l’esposto contesterebbe alla pubblica amministrazione anche la realizzazione di opere in carenza delle necessarie autorizzazioni in zone vincolate paesaggisticamente punibile con la reclusione fino a 4 anni. il procuratore capo Michele Dalla Costa ha confermato l’apertura di un fascicolo, ma al momento nessuno risulterebbe iscritto nel registro degli indagati.
La vicenda ha provocato anche forti reazioni da parte del mondo politico: gli esponenti locali del Pdl, della Lega e dell’Udc hanno chiesto a gran voce le dimissioni dell’assessore regionale Luca Ciriani e di Fulvia Premolin, sindaco di San Dorligo; nessun commento da parte del centro sinistra che sostiene la giunta Premolin. L’unico a prendere la parola è stato il vicesindaco Ghersinich, eletto in una lista civica, che ha ringraziato i volontari della protezione civile. Duri attacchi all’assessore Ciriani anche da parte di Franco Bandelli, esponente di “Un altra Trieste”, che, oltre a Ciriani, attacca anche il Pdl regionale per la difesa fatta nei confronti dell’assessore regionale.

Commenti Facebook
By | 2012-04-08T17:33:08+00:00 08/04/2012|Categories: Politica locale|Tags: , |0 Comments

About the Author: