Whatsapp a pagamento? Arriva la conferma

Se ne parla da tanto, ma quelle che sembravano essere solo voci di corridoio hanno avuto una conferma. Ebbene sì, Whatsapp, la celebre applicazione per comunicare con i propri amici, diventerà a pagamento anche su iPhone e iPod.

Jan Koum, Co-Fondatore di Whatsapp.

Non stiamo parlando degli 89 centesimi richiesti al momento dell’installazione, ma di un prezzo per continuare ad usufruire del servizio. A confermarlo è stato direttamente Jan Koum, CEO e Co-Founder della startup americana che dalla Silicon Valley ha rivoluzionato il nostro modo di chattare con gli smartphone, in un’intervista a Alexander Klopping riportata dai blog olandesi Tweakers e Techtastic.

C’è ancora qualche mese di tempo, «non abbiamo ancora deciso una data, ma sarà entro l’anno. Vogliamo comunque applicare lo stesso modello a iOS» hanno affermato i programmatori. Dopo le voci su una possibile acquisizione da parte di Facebook o altri pesci grossi, WhatsApp afferma così la sua indipendenza facendo valere i termini del servizio. Si è infatti sempre parlato di un canone di utilizzo per gli utenti Android, mai richiesto, però, fino al gennaio scorso. Nessuna intenzione, invece di creare una versione desktop del programma, come molti utenti vorrebbero «pensiamo che il mondo sia sempre più legato ai telefoni cellulari: il telefono è sempre con te, la gente lo controlla regolarmente. Non sempre invece, siamo seduti alla scrivania a controllare il monitor. Pertanto vogliamo concentrarci solo sui telefoni cellulari» ha proseguito Koum.

Attualmente WhatsApp smista circa 17 miliardi di messaggi al giorno, con India, Messico e Brasile in ascesa nella classifica d’utilizzo. Nessun dato preciso sul numero di utenti, che sembrano aggirarsi oltre i 100 milioni di download su tutte le piattaforme. C’è da sperare che il servizio rimanga più conveniente di quello offerto dai vari operatori telefonici.

Commenti Facebook
By | 2013-03-21T18:22:25+00:00 21/03/2013|Categories: Mondo, Tecnologie|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa